Le regole dell’ABCDE.

  • Post category:news

Le regole dell’ABCDE rappresentano un metodo di autovalutazione molto importante che permette
a una persona di capire se un neo ha delle caratteristiche che meritano di essere fatte osservare a un
medico specialista.
ABCDE è l’acronimo di alcune parole chiave:

  • Asimmetria: Un neo deve avere una forma regolare. Se immaginiamo di dividerlo in due, la parte destra e la parte sinistra dovrebbero essere simili. Se non si verifica e addirittura una delle due parti risulta molto diversa
    dall’altra, già questa irregolarità deve essere monitorata.
  • Bordi: I bordi di un neo dovrebbero essere regolari e non frastagliati. I bordi del melanoma sono infatti irregolari e frastagliati, mentre i nevi benigni sono regolari e uniformi.
  • Colore: Il colore di un neo deve essere uniforme, che sia rosa, marroncino, molto scuro o tendente al nero.
    La presenza di più colori all’interno dello stesso neo, può essere motivo di preoccupazione.
    Tale aspetto necessita dunque di un controllo medico.
  • Dimensioni: Un neo, generalmente, dovrebbe essere piccolo: di norma non dovrebbe superare i 6 mm. Questa regola però non è sempre applicabile, in quanto si sono osservati melanomi piccolissimi, quindi fortunatamente ancora allo stadio iniziale, e di contro, nevi, per esempio quelli congeniti, con dimensioni molto grandi che non necessitano l’asportazione.
  • Evoluzione: L’evoluzione di un neo non dovrebbe verificarsi in età adulta. È normale che in un bambino un
    neo cresca di dimensioni. In età adulta un neo dovrebbe rimanere più o meno uguale a sé stesso nel
    tempo.
  • Emorragia: Un neo non deve mai sanguinare spontaneamente. Può verificarsi un sanguinamento dopo un evento traumatico, come qualsiasi altra zona del corpo, però tendenzialmente un’emorragia spontanea di un neo deve destare preoccupazione.