You are currently viewing Nuove prestazioni: rimani aggiornato

Nuove prestazioni: rimani aggiornato

  • Categoria dell'articolo:news

L’attività del nostro Centro vuole rispondere quotidianamente alle necessità dei pazienti, garantendo sempre massima qualità delle prestazioni erogate. Ogni giorno lavoriamo per offrire il nostro miglior servizio in ambienti confortevoli, rispondendo con puntualità e tempismo alle richieste di chi ci sceglie.

I nostri servizi si aggiornano continuamente, per questo abbiamo introdotto nuovi esami e prestazioni:

  • Ecografia polmonare

Tecnica diagnostica utile a valutare la presenza di alcune patologie polmonari (come ad esempio consolidamenti e sindromi interstiziali) sulla parete toracica, sulla linea pleurica, nonché ad ottenere informazioni sulla presenza di versamento pleurico (presenza di liquido nella cavità pleurica) e di pneumotorace (presenza di aria nella cavità pleurica).

In alcuni casi l’utilizzo dell’ecografia polmonare è indicabile e preferibile all’ rx torace, per ridurre la radioesposizione soprattutto in età pediatrica.

Recenti studi testimoniamo come l’ecografia polmonare sia un’ulteriore metodica che, in associazione alle indagini radiologiche tradizionali, può aiutarci nella valutazione dell’evoluzione della patologia polmonare nei pazienti affetti da Covid-19.

  • Esame del campo visivo

Indagine diagnostica che viene eseguita in ambito oculistico. Si tratta di una misurazione della visione dello spazio che circonda l’occhio del paziente (focalizzando lo sguardo avanti a sé).

ll campo visivo è infatti la porzione di spazio che l’occhio è in grado di percepire, quando viene osservato un punto fisso.

L’esecuzione di quest’esame è utile per diagnosticare e monitorare l’evoluzione delle principali patologie che colpiscono l’occhio quali glaucoma, distacco della retina, opacità del cristallino (cataratta), patologie della macula (maculopatie), retinite pigmentosa, retinopatia diabetica e patologie delle vie ottiche e del sistema nervoso centrale come patologie del nervo ottico e neuriti ottiche.

  • Trap (Fleboterapia rigenerativa tridimensionale)   

Metodica risolutiva e permanente legata al campo della dermatologia. Il trattamento consiste in una serie di iniezioni eseguite ambulatorialmente di una soluzione a base di sodio salicilato che ripristina la struttura vascolare alterata rinforzando le pareti delle vene, restringendone il calibro e ristabilendo la naturale funzione valvolare.

L’esecuzione del trattamento permette di combattere l’inestetismo delle così dette vene “gonfie”, ma viene anche risolto il problema vascolare di natura clinica.

Gli studi di settore riportano una percentuale del 95% di risultati apprezzabili e casi risolti. Questo trattamento non presenta, ad oggi, danni collaterali.

  • Fotodinamica in daylight

Terapia e valida alternativa all’asportazione chirurgica di lesioni cellulari presenti sul volto e cuoio capelluto (cheratosi attiniche e basaliomi). Il trattamento si attua senza utilizzare lampade solari ma con la luce solare naturale. Il dermatologo applica un farmaco fotosensibile sulla parte da trattare che attivandosi distrugge le cellule anomale.

  • Visita Ortottica

Visita che mira a diagnosticare o escludere la presenza di anomalie a carico dell’apparato muscolare dell’occhio, dei nervi che comandano i muscoli degli occhi e le alterazioni: i sintomi che derivano da un’alterazione di questi sono visione doppia, confusione, strabismo, ambliopia (occhio pigro), anisometropia (differenza di difetto di vista tra un occhio e l’altro) e paralisi oculare.

Tramite la misurazione viene valutata l’acuità visiva e la valutazione della motilità oculare, del senso della tridimensionalità, della convergenza e dei movimenti che permettono agli occhi la visione singola e l’accomodazione. L’ortottista lavora in stretta collaborazione con il medico oculista, cui spetta il compito poi di indicare la terapia.

La visita ortottica è indicata per i bambini, soprattutto se in famiglia ci sono già problemi visivi e in presenza di sintomi e comportamenti sospetti quali convergenza e divergenza dell’occhio, lacrimazione frequente, occhio chiuso, difficoltà a vedere lontano, sensibilità alla luce, ritardo motorio, atteggiamenti posturali scorretti e frequenti mal di testa.

Nell’adulto la valutazione ortottica è consigliabile in caso di cefalea, visione doppia, affaticamento della vista da vicino, difficoltà nella messa a fuoco, disagi durante lo studio, la lettura e l’uso del computer.

  • Spirometria Globale

Rientra nella branca di pneumologia, è un’analisi di come funziona il nostro apparato respiratorio tramite la misurazione della quantità di aria che entra ed esce dai polmoni durante la respirazione. Si esamina quanto velocemente si respira, quanta aria resta all’interno dei polmoni dopo aver espirato e la presenza di eventuali ostruzioni che rendano difficile il respiro per diagnosticare così patologie quali asma, bronchite cronica, enfisema, fibrosi polmonare, peribronchite o tumore al polmone.

La spirometria si divide in semplice e globale: nel primo caso, si tratta dell’esame di base,  che misura quanta aria il paziente riesce a inspirare ed espirare con il massimo sforzo.  La spirometria globale è invece un esame di approfondimento, che viene eseguito quando quella semplice rileva alterazioni. Misura la quantità di aria che resta nei polmoni del paziente dopo aver espirato al massimo, ossia il volume residuo  che generalmente  aumenta quando ci sono malattie respiratorie e la capacità polmonare totale , ovvero il volume totale di aria che può essere contenuta nei polmoni dopo aver inspirato al massimo.

Segui i nostri social o iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.